In 30 anni di formazione, BlessYou ha aiutato migliaia di persone ad affrontare il cambiamento, l’unica certezza della vita.
L'esperienza ci ha fatto riflettere su come cambierebbe la vita delle persone e quindi il mondo se, invece di aspettare l’età adulta per acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità e competenze utili per la vita, iniziassimo fin da bambini.

È con questo obiettivo che nasce Tutta un’Altra Vita a Scuola, un progetto che racchiude l’esperienza di 30 anni nel campo della formazione e dello sviluppo personale di BlessYou.
Noi di BlessYou crediamo fortemente che i giovani possano fare la differenza, ognuno mettendo al servizio degli altri i propri doni e talenti per un obiettivo più grande, che punti al benessere della comunità.
Per questo motivo, abbiamo deciso di ideare questo progetto per una scuola migliore, più attenta allo sviluppo non solo culturale, ma anche personale e umano, e alla costruzione di relazioni di valore tra studenti, insegnanti e famiglie.
I contenuti che proponiamo non mirano a offrire un’alternativa al modello didattico ed educativo, ma un cambio di punto di vista.
Sappiamo che il carico di lavoro ed emotivo a cui sono sottoposti insegnanti e dirigenti scolastici è notevole. Attraverso i corsi e i laboratori, vogliamo offrire un supporto per affrontare al meglio le sfide giornaliere a scuola per docenti, studenti e genitori.


 


SCUOLA PRIMARIA

E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO


Autostima e autoefficacia - Non sono quello che faccio... sono molto di più!

Zona di Influenza Personale - (Non) è tutto nelle mie mani

Credenze - Le mie parole e i miei pensieri sono importanti

Intelligenza Emotiva - Sono nel mio mondo... le emozioni

Comunicazione Efficace - Come posso esprimere i miei bisogni rispettando me stessa/o e gli altri


Come aiutarli a sviluppare concretamente queste competenze per la vita, iniziando dalla pre-adolescenza?

 
 

SCUOLA SECONDARIA DI

II GRADO / BIENNIO

Sempre più spesso si sente parlare di soft skills, competenze trasversali e competenze per la vita, e dell’importanza che queste ricoprono nel mondo sempre più complesso in cui viviamo e in cui crescono i ragazzi.
Pensiero critico, intelligenza emotiva, comunicazione efficace, lavoro di squadra, leadership, abilità di problem solving, sono solo alcune delle competenze che vengono frequentemente menzionate in conferenze internazionali, libri sull’educazione, report autorevoli.
Come insegnare queste competenze ai giovani?
Perché aspettare di avere 35-50 anni per iniziare a scoprire noi stessi?

Come sarebbe se i ragazzi e le ragazze potessero acquisire degli strumenti utili per sé e per il proprio futuro lavorativo già a scuola?

 

SCUOLA SECONDARIA DI 

II GRADO / TRIENNIO

Una volta concluso il percorso di studi superiori, le ragazze e i ragazzi affronteranno una nuova fase di vita, chi andando a lavorare,
chi proseguendo con l’università.
Qualunque sia la scelta che intraprenderanno, ciò che farà veramente la differenza non sarà il bagaglio di conoscenze acquisito, comunque importante, ma lo sviluppo delle proprie competenze emotive e relazionali, le cosiddette soft skills, di cui si parla sempre più spesso anche in ambito educativo.
Pensiero critico, intelligenza emotiva, comunicazione efficace, lavoro di squadra, leadership, abilità di problem solving, sono solo alcune delle competenze trasversali che si chiede ai ragazzi di possedere, fin dalle prime esperienze lavorative (come ad esempio nell’Alternanza Scuola Lavoro).
Crediamo sia importante supportare le ragazze e i ragazzi nel viaggio alla scoperta di sé e della propria identità. Come sarebbe infatti se loro potessero dire, al termine del percorso di studi, “ho scoperto tante cose anche su di me?”.
Attraverso giochi di ruolo, simulazioni e attività pratiche, i corsi Tutta un’Altra Vita a Scuola vogliono fornire ai giovani degli strumenti utili per sviluppare le soft skills e le competenze relazionali, rafforzare l’autostima, comprendere, esprimere e gestire le emozioni e valorizzare la propria personalità.

 
 

INSEGNANTI, EDUCATORI

E DIRIGENTI SCOLASTICI

Lavorare con i bambini e i ragazzi e fornire degli strumenti utili per la propria crescita personale ed emotiva, è importante per crescere cittadini responsabili. Allo stesso tempo, dal nostro punto di vista è fondamentale coinvolgere gli adulti di riferimento, cioè gli insegnanti e idealmente anche i genitori, affinché i bambini e i giovani si sentano compresi e accompagnati nel percorso. Il rischio di non farlo è di andare in direzioni diverse, causando disorientamento.
Di corsi di formazione in ambito scolastico ce ne sono tanti.
Sicuramente essere aggiornati sui contenuti didattici è importante, ma altrettanto fondamentale è investire sulla propria crescita personale.
Prima di ricoprire un ruolo nella società, gli insegnanti e gli educatori sono semplicemente persone con i propri punti di forza e le aree di miglioramento.
Sappiamo che ci sono insegnanti eccezionali che svolgono il proprio lavoro con grande passione, nonostante le difficoltà che questo mestiere comporta. Interfacciarsi ogni giorno rispondendo ai diversi bisogni di studentesse e studenti, curare i rapporti con le famiglie e con i colleghi non è facile.
Attraverso i corsi di Tutta un’Altra Vita a Scuola, non vogliamo proporre attività da aggiungere al programma, aumentando il carico di lavoro dei docenti. Desideriamo invece fornire strumenti pratici e concreti per la propria crescita personale e professionale, per affrontare al meglio le sfide quotidiane.

 

GENITORI


All’interno di percorsi di formazione in ambito scolastico, oltre a lavorare con studenti e insegnanti, è importante coinvolgere anche i genitori.

L’apprendimento delle soft skills e delle competenze emozionali, infatti, non è confinato alle sole aule scolastiche, ma continua in ambito familiare.


Per promuovere il dialogo e la comunicazione efficace tra scuola e famiglia, pensiamo sia necessario condividere un linguaggio comune.


I genitori, come gli insegnanti e gli educatori, sono semplicemente persone con i loro punti di forza e le aree di miglioramento.

Scegliere di intraprendere un percorso di crescita personale significa voler essere persone e genitori al meglio delle proprie possibilità e migliorare il rapporto con i propri figli.

 

SPAZIO COACHING

Attraverso l’uso delle domande, la figura del coach aiuta le persone a trovare dentro di sé le risposte che cercano, e che solo loro conoscono, e le guida nel percorso verso la realizzazione del proprio potenziale. Un coach non suggerisce risposte, né fornisce indicazioni su cosa fare, ma aiuta le persone a mobilitare le loro risorse interiori.
Il coaching viene usato con successo in ambito aziendale, sportivo e privato e, gradualmente, si sta diffondendo anche nelle scuole. Per insegnanti e dirigenti scolastici, il coaching si rivela efficace per sviluppare leadership e capacità di influenzare positivamente gli altri, ritrovare la motivazione e gestire lo stress.
Il coach non si vuole sostituire allo psicologo, né al counsellor; il suo metodo di lavoro, basato sullo strumento delle domande potenzianti e focalizzato sul presente, si integra con quello di altri professionisti.

 

Alla fine di ogni corso, gli studenti e i genitori riceveranno un attestato di partecipazione.


I corsi rivolti agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sono spendibili nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro.


I progetti sono inseribili nei Fondi PON, in ambito di progettazione e di qualificazione della scuola e dell’apprendimento.


I corsi possono essere organizzati presso la sede della scuola, oppure in forma residenziale durante i giorni dedicati ai viaggi d’istruzione, o nel periodo estivo.