DOMANDE POTENTI

Se siete arrivati a questa pagina significa che in qualche modo le domande, e il lavoro che potrei fare con la vostra collaborazione, sembrano interessare.


Ho quindi inserito una serie di “domande tipo” che potrei porre a singole persone o a team, sulla consapevolezza e sul tema del lavoro.


Ovviamente queste sono domande senza un filo logico preciso dettato da una situazione reale, quindi poi, una volta calate nella realtà di chi ne sente il bisogno, sicuramente si amplierebbero con altre domande, esercizi pratici, giochi individuali o di gruppo nel caso di gruppi, ecc...


Intanto propongo di rispondere a queste, come autocoaching.



CONSAPEVOLEZZA

Cosa stai facendo finta che non sia un problema?

Di cosa hai paura di parlare anche con te stesso?

Cosa pensi del cambiamento?

Quanto ti costano le tue paure?

Quale percentuale della tua vita che stai vivendo è veramente la tua vita?

Quale scusa stai usando per non seguire i tuoi sogni?

A cosa senti il bisogno di dire no?

In quale stato d’animo ti trovi?

Quali sono i pensieri che nutrono questo stato d’animo?

In che direzione ti sta portando questo stato d’animo?

Quale vantaggio paradossale ti porta un comportamento disfunzionale?

Qual è l’esperienza che ha generato questo modo di pensare?

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo modo di pensare?

Questo modo di pensare ti serve? Rende la tua vita migliore?

In che modo ti aiutano questi comportamenti? In che modo ti danneggiano?

Quanto sei disposto/a a scorgere delle possibilità nei momenti di crisi?

Cosa puoi fare per intuire un fine alla sofferenza?

Che nuovi punti di vista/modi di pensare hai bisogno di sviluppare?

Cosa sei disposto a smettere di fare per vivere meglio?

Preferisci trovare il colpevole o la soluzione?

Sei disposto/a ad imparare e crescere anche se questo dovesse significare fare cose nuove e uscire dalla tua zona di comfort?

Se tu insegnassi qualcosa, cosa sarebbe?

Cosa faresti di diverso se non avessi bisogno di soldi, potere, stima o attenzione?

Cosa faresti di diverso se avessi già ciò che desideri?

Quanti anni ti daresti se non conoscessi la tua età?

Se avessi ancora un solo anno da vivere cosa faresti di diverso?

Di cosa hai bisogno per darti il permesso di essere felice?

Quali sono le tre grandi opportunità che non stai cogliendo?


Domande di consapevolezza, stampabili


LAVORO

Se il tuo lavoro fosse la risposta, quale sarebbe la domanda?

Come stai usando il tuo lavoro?

Che impatto vuoi avere nel mondo?

Che cosa significa questo lavoro per te?

Cosa vorresti significasse se potessi scegliere?

Che cosa significa per i tuoi clienti/persone con cui vieni in contatto?

Cosa vorresti significasse se potessi scegliere?

Che cosa significa questo lavoro nel contesto della tua vita?

Cosa vorresti significasse se potessi scegliere?

Come pensi di poter dare più significato al tuo lavoro, in modo che si avvicini di più al tuo ideale?

Hai un’idea di cosa la società intenda con la parola successo?

Come dovrebbe essere secondo te una persona di successo?

Quali caratteristiche deve avere una persona di successo?

Come si comporta e cosa pensa una persona di successo?

Il tuo comportamento rispecchia la tua idea di successo?

Quali credenze influenzano le tue decisioni professionali?

Quali valori cerchi di soddisfare e quali invece di evitare?

Hai scelto ciò che desideravi o ciò che avevi a portata di mano?

Sei andato verso qualcosa che volevi o sei ‘scappato’ da qualcosa che non volevi?

Quali vantaggi ti ha portato?

In quali altri nuovi modi puoi mantenere questi vantaggi?

Quali nuove credenze puoi sviluppare per ottenere il meglio dal tuo lavoro?

Sai perché vuoi fare questo cambiamento?

Cosa succederà se non cambi?

Hai tutte le informazioni, istruzioni e risorse che questa trasformazione richiede?

Se non le hai, come puoi ottenerle?

Quali competenze hai bisogno di imparare per risolvere questa situazione?

Qual è il tuo valore aggiunto in questa situazione?

Quale messaggio utile per te puoi trovare osservando il comportamento altrui?

Pensa a un recente conflitto con un’altra persona. Cosa deve essere vero per quella persona per comportarsi in quel modo?

Quali potrebbero essere le intenzioni positive per quel comportamento?

Come cambiano le cose se guardi la situazione dal punto di vista dell’altro?

Pensa a una trattativa, personale o professionale, che ti preoccupa. Quali sono i bisogni che ci sono dietro, sia per te sia per il tuo interlocutore?

In quali nuove maniere creative si possono soddisfare quei bisogni allargando la torta?

Come puoi soddisfare contemporaneamente i tuoi bisogni e quelli altrui?

Quali sono i problemi dei tuoi clienti, colleghi o delle persone in generale?

Come puoi usare i tuoi talenti per aiutare a risolverli?

Quali sono le tue migliori alternative?

Come puoi crearne di altre?

Quanto sai ascoltare?

Pensa alle tue interazioni: quanto incoraggi elaborazioni e chiarificazioni con gli altri? Quanto sostieni gli altri nel trovare le loro soluzioni?

Quanto sei aperto a nuove soluzioni?

Quanto hai bisogno che gli altri facciano ciò che dici tu?

Credi di essere l’unico a fare le cose nel modo giusto?

Nelle tue comunicazioni (ma anche nel tuo modo di pensare) fai distinzione tra persona e comportamento?

Pensa alle tue ultime interazioni. Quanto hai usato il linguaggio descrittivo e quanto invece hai dato giudizi?

Come cambierebbero le tue relazioni se tenessi conto di questa differenza?

In che modo puoi influenzare positivamente il tuo ambiente lavorativo oggi?

In che modo puoi aggiungere valore nel tuo lavoro?

Che cosa succede se la tua situazione lavorativa non cambia nei prossimi 5, 10, 20 anni?


Domande sul tema lavoro, stampabili


Queste domande, in autocoaching,

hanno smosso qualcosa?


Pensate a cosa sia possibile riuscire a fare,

collaborando insieme!



CONSULTATE LE PROPOSTE PER: